Claudio Cuomo

Claudio Cuomo è uno scultore napoletano formatosi presso l’Istituto d’arte di Torre del Greco nel ’90 e all’ Accademia di Belle Arti di Napoli nel 1995. 

Pur studiando come pittore durante l’esperienza accademica nella cattedra di Ninì Sgambati, Cuomo resta affascinato da materiali poveri e di recupero, che sperimenta e manipola passando alla terza dimensione della scultura. Il suo medium artistico diventa quindi la cartapesta, monocromatica o dipinta, con cui realizza figurazioni riprese dalla vita quotidiana che ferma in istantanee vivide e dal sapore espressionista. Questa acuta capacità di osservazione, sviluppata in ritratti a grandezza naturale di personaggi come Eduardo De Filippo, Alda Merini o Michel Petrucciani, trova una corrispondenza nelle fotografie del reporter Guido Giannini di cui interpreta plasticamente molti celebri scatti

Lo stile di Cuomo è virtuosistico e fortemente emotivo, con richiami a Daumier, Grosz e alle deformazioni caricaturali di Jack Levine.

La tecnica riprende l’antica tradizione della cartapesta portandola nella contemporaneità, in cicli di opere metropolitane, specchio fedele dell’ambiente che le ha prodotte, restituita dallo scultore con uno sguardo critico ma capace anche di visioni surreali e oniriche, senza limitazioni formali. 

L’artista vive a Portici (Na) ed ha il suo studio/laboratorio nel centro storico di Napoli, dove produce respirando il brulicante viavai dei Decumani, un flusso in cui le sculture spesso si immergono in singolari esposizioni itineranti, vere e proprie performances interpretate da grandi figure simboliche.